Citazioni di Henri Bergson

40 citazioni  
Un problema ben posto è già risolto.
Sembra che il riso abbia bisogno di un’eco.
Qualsiasi azione è un'invasione nel futuro.
Un essere si sente obbligato solo se è libero.
L'obbedienza al dovere è resistenza a sé stessi.
Pensa da uomo d'azione e agisci da uomo di pensiero.
Ogni uomo ha dei doveri verso l'uomo in quanto uomo.
L'idea dell'avvenire è più feconda dell'avvenire stesso.
Ogni verità è un percorso tracciato attraverso la realtà.
L'occhio vede solo ciò che la mente è pronta a comprendere.
Non potremmo apprezzare il comico se ci sentissimo isolati.
La speculazione e un lusso, mentre l'azione e una necessita.
Il disordine è semplicemente l'ordine che non stavamo cercando.
Ciò che è sempre mancato di più alla filosofia, è la precisione.
Non esiste comicità al di fuori di ciò che è propriamente umano.
Il presente è il limite indivisibile che separa il passato dall'avvenire.
L'intelligenza è caratterizzata da una naturale incomprensione della vita.
L'umanità geme, per metà schiacciata sotto il peso dei progressi che ha fatto.
L'unica cura contro la vanità è il riso, e l'unico difetto ridicolo è la vanità.
L’arte di scrivere consiste nel far dimenticare al lettore che ci stiamo servendo di parole.
Ci sono cose che soltanto l'intelligenza è capace di cercare, ma che da sola non troverà mai.
L'unico modo per sapere fino a dove possiamo arrivare è quello di metterci in strada e camminare.
Si continua a invocare e a parlare di mercato, ma quel che oggi occorre è un «supplemento d'anima».
Gli strumenti della mente diventano fardelli quando l'ambiente che li ha resi necessari non esiste più.
Tutta la nostra civiltà è afrodisiaca; essa è un costante appello ai sensi per mezzo dell'immaginazione.
Gli strumenti della mente diventano ceppi, quando l'ambiente che li ha resi necessari cessa di esistere.
L'Intelligenza è la facoltà di creare artificialmente degli oggetti, specialmente arnesi per fare arnesi.
La coscienza è il tramite fra ciò che è stato e ciò che sarà, un ponte gettato tra il passato e il futuro.
Imitare qualcuno significa scoprire la parte di automatismo che egli ha lasciato penetrare nella sua persona.
Il presente non contiene altro che il passato; così, ciò che si scopre nell'effetto si trovava già nella causa.
Ci sono società che non hanno né scienza, né arte né filosofia. Ma non c'è mai stata una società senza religione.
Esistere significa cambiare, cambiare significa maturare, maturare significa continuare a creare se stessi incessantemente.
La vita è sempre creazione, imprevedibilità e, nello stesso tempo, conservazione integrale e automatica dell'intero passato.
La via che percorriamo nel tempo è cosparsa dei frammenti di tutto ciò che cominciavamo ad essere, di tutto ciò che avremmo potuto diventare.
La verità è che la memoria non consiste affatto nelle nostre regressioni dal presente al passato, ma nel fare progressi dal passato al presente.
Il puro interesse personale è diventato pressoché indefinibile, tanto vi entra di interesse generale, tanto è difficile isolarli l'uno dall'altro.
Quando un libro di duecento pagine ne contiene dieci istruttive e suggestive, dobbiamo ringraziare l'autore e far conto che il resto non sia stato scritto.
Il problema capitale della teoria della conoscenza è quello di sapere come la scienza sia possibile, vale a dire, in sostanza, perché vi sia ordine, e non disordine, nelle cose.
In linea di massima, la realtà è ordinata nell'esatta misura in cui soddisfa il nostro pensiero. L’ordine quindi è un certo accordo fra il soggetto e l’oggetto. È lo spirito che si ritrova nelle cose.
L’idea di disordine è totalmente pratica. Essa corrisponde a una certa delusione dovuta a una certa aspettativa, e non designa l’assenza di ogni ordine, ma soltanto la presenza di un ordine che non offre nessun interesse attuale.
40 citazioni