Citazioni di Daniel Dennett

11 citazioni  
Noi filosofi siamo specialisti di errori.
Qualunque teoria che genera progresso è inizialmente contro-intuitiva.
Fortunatamente per noi, né Darwin, né Nietzsche furono politicamente corretti.
Nemmeno una delle cellule che ti compongono ti conosce né si interessa di chi tu sia."
Le religioni si trasmettono culturalmente, attraverso il linguaggio e il simbolismo, non certo attraverso i geni.
[Le religioni sono] sistemi sociali i cui partecipanti affermano di credere in uno o più agenti soprannaturali di cui bisogna cercare l'approvazione.
Può darsi che il meglio che si possa dire della religione sia che essa aiuta molta gente a innalzarsi a un livello di civismo e moralità tipicamente riscontrabile nelle persone brillanti [brights].
Per dirla senza mezzi termini ma in modo corretto, chiunque oggi dubiti che la varietà della vita su questo pianeta sia stata prodotta da un processo di evoluzione è semplicemente ignorante - un'ignoranza ingiustificata, in un mondo in cui tre persone su quattro hanno imparato a leggere e scrivere.
Se ci accostiamo alle complessità del mondo, alle sue glorie e ai suoi orrori, con un'attitudine di umile curiosità, riconoscendo che quantunque profondamente abbiamo visto, abbiamo solo scalfito la superfice, allora troveremo mondi all'interno di mondi, bellezze che prima non potevamo immaginare, e le nostre preoccupazioni mondane si ridurranno alla giusta dimensione, non così importante nel più grande schema delle cose.
Sono un filosofo, non un biologo, né un antropologo, né un sociologo, né uno storico, né un teologo. Noi filosofi siamo più bravi a porre le domande che trovare le risposte, e questo può dare l'impressione di una comica ammissione di futilità: "Dice che la sua specialità è fare domande, non dare risposte. Che lavoro buffo! E lo pagano per questo?". Ma chiunque si sia mai misurato con un problema veramente arduo sa che una delle cose più difficili è trovare le domande giuste e il giusto ordine in cui porle: devi capire non solo cosa non sai, ma anche cosa hai bisogno di sapere e cosa non ti serve sapere, e cosa devi sapere per capire cosa hai bisogno di sapere, e via di seguito.
Potremmo scoprire che le religioni sono una specie di simbionti culturali che prosperano saltando da un portatore a un altro. Potrebbero essere mutualisti: rinforzare la fitness umana o addirittura rendere possibile la vita umana, proprio come fanno i batteri nel nostro intestino. Oppure, potrebbero essere commensali: cioè neutrali, né buoni né cattivi nei nostri confronti, ma disposti a stare a guardare. O infine potrebbero essere parassiti: replicatori nocivi che faremmo meglio a non avere (almeno per quanto ne va del nostro interesse genetico) ma che è difficile eliminare, perché si sono evoluti davvero bene per contrastare le nostre difese e incrementare la loro propagazione.
11 citazioni